Privacy Policy ARNIETTA DI FECONDAZIONE APIDEA - Pitarresi CMA

Negozio

  /    /  2- ALLEVAMENTO API REGINE, Arnietta fecondazione apidea  /  ARNIETTA DI FECONDAZIONE APIDEA

ARNIETTA DI FECONDAZIONE APIDEA

29.04

1. Verniciatura dell’arnietta:

l’arnietta è per se stessa resistente alle intemperie. Se si intende però verniciarla si dovrà evitare l’utilizzo di vernici che contengono diluenti chimici. La più indicata è la vernice ad acqua.

2. Preparazione dell’arnietta:

a) composizione dei telaini: afferrare con la mano sinistra il pezzo superiore (la scritta “Apidea” verso l’alto) e con la mano destra il montante laterale (la scritta “Aussen” verso l’esterno)e unire le parti introducendo a fondo nell’apposito incastro.

b) escludiregina: vengono fornite due grigliette escludiregina; una piccola per la porticina d’entrata ed una più grande che serve a separare lo scomparto che contiene il candito e che va introdotta nell’apposita cavità. La griglietta piccola va applicata alla porticina d’entrata badando che la parte aperta venga a toccare la parete laterale destra. Una puntina da disegno conficcata a sinistra nella cavità della griglietta permetterà di farla scorrere secondo il fabbisogno.

c) griglia d’aerazione: viene introdotta nell’apposita guida nella parte frontale.

d) fissaggio delle strisce di cera: le strisce di foglio cereo devono essere incastrate nella cavità apposita del telaino e fissate utilizzando delle gocce di di cera fusa (ad es. una con una candela di cera d’api).

e) riempimento del nutritore: utilizzare unicamente del candito della compattezza esatta (2 parti di miele o fruttosio e 5 parti di zucchero impalpabile). Mai utilizzare miele estero o miele di provenienza non nota (pericolo di marcita).

3. Introduzione delle api:

– aprire l’aerazione, chiudere la porticina d’entrata;

– mettere con cura l’arnietta sottosopra ed aprire per 2/3 il fondo;

– le api, senza fuchi e precedentemente scrollate in un piglia sciame, devono essere ben spruzzate con acqua, come pure l’interno dell’arnietta;

– bisogna quindi introdurre circa 100 gr di api (1 bicchiere di yogurt) nell’arnietta e richiudere il fondo. Riposizionare delicatamente l’arnietta nella posizione normale.

– la cella reale, o la regina nella gabbietta d’introduzione, viene inserita attraverso il foro del coperchio trasparente;

– tenere l’arnietta in luogo quieto e buio, ma non freddo (altrimenti non costruiscono bene) per una clausura di 3-5 giorni;

– controllare se la regina è nata ed è tutto in ordine;

– adesso portare l’arnietta alla stazione di fecondazione e aprire la porticina di volo.

4. Utilizzazione della regina fecondata:

può essere presa e messa in una gabbietta d’introduzione. Si può anche collocare direttamente l’arnietta Apidea sopra la famiglia alla quale s’intende dare la nuova regina operando semplicemente come segue: mettere un’assicella-coprifavo con un foro e coprire con un giornale forato. L’arnietta va sovrapposta e si apre metà del fondo. Così non vi è perdita d’api. Dopo 8 giorni controllare se la regina si è trasferita nella famiglia sottostante.

5. Utilizzazione della covata:

se l’arnietta resta collocata sopra la famiglia, dopo tre settimane la covata sarà sfarfallata. Si possono però sistemare i favetti in un telaio vuoto e inserirlo nel nido.

6. Custodia della regina nell’arnietta:

se la regina fecondata non viene subito impiegata si deve far scorrere la griglietta escludiregina completamente a destra per proteggere la porticina di volo. Se vi è una bella covata e abbastanza api, si può allargare il nido levando il nutritore e inserendo al suo posto due favetti. Il candito potrà essere messo posteriormente sul fondo oppure sopra i favetti. Controllare la presenza di scorte.

7. Pezzi di ricambio:

tutti i pezzi di ricambio dell’arnietta possono essere ottenuti immediatamente.

Descrizione

Questi nuclei speciali sono usati per la fecondazione delle regine, ma possono anche essere utilizzati per crescerle
e conservarle.
Sono prodotti con legno di abete e contengono  2, o 3 scompartimenti.
Esistono diverse tipologie, create per soddisfare ogni tipo di necessità e esigenza. Abbiamo arniette sia con i
telaini da nido, sia con i telaini da melario.

0